Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Spazio Giovani

Consulta Giovanile: A Giovanni Falcone

Giovanni Falcone

Non nascondo la mia emozione nell' esprimere a questa assemblea, a nome dei giovani che rappresento, un pensiero su un giudice-simbolo che ha cambiato la coscienza dei siciliani, assemblea che, in questa citta', ha il compito di essere di esempio e a servizio, ciascuno con il proprio ruolo. Ho parlato di esempio, perche' i giovani abbiamo bisogno di esempi quotidiani, che siano risposta alle nostre domande.

Falcone, assieme alla moglie e alla scorta tutta, ha dato una forte risposta alla domanda: "cosa e' giustizia", alla domanda: "cosa e' legalita'", non con atti "eroici", ma con atti di coerenza morale autentica e di amore verso la sua terra per la quale ha lavorato, consapevole che il suo lavoro, per essere efficace doveva, come disse B Borsellino, "coinvolgere tutti, abituare tutti a sentire la bellezza del fresco profumo di liberta' che si oppone al prezzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della complicita'".

Giovanni Falcone amava spesso riferire le seguenti parole di Kennedy: "Un uomo fa quello che e' suo dovere fare, quali che siano leconseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni. Questa e' la base di tutta la moralita' umana." Grazie.

Il vice Presidente della Consulta Giovanile
Paolo Lombardo

Rassegna stampa

Galleria fotografica


Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina