Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Paginedipace


E' un abito tarlato questo cielo
E' un abito tarlato questo cielo
E' un abito tarlato questo cielo
e' una tramoggia scura, un vaglio nero
eppure trapassano da pertugi
pietosi, i bagliori di quella vita
ancora possibile: la pace.
Studia al comando il feldmaresciallo
nuove tattiche e piani astrusi
poiche' l'avversario alle porte preme
e cupidigia e desideri e brame
ce n'e' da vendere, ce n'e' per chi ne vuole.
Ma verrai uomo con il cappello di paglia
a spalancare i cancelli dell'orto botanico
aprirai la voliera degli uccelli
e la tua parte verde scolorera'
in incanto l'erubescenza ria.
Fotografera' il generale l'alba
folgorera' quel grande crucco buio
che vive celato nel giardino
e nei larghi piedi delle mie robinie blu.
Svolazzeranno nel cielo schiarito
stravaganti vocalist alati
e ci verranno incontro e, in contro canto
oppure in un'esatta omofonia,
intoneranno la nuova lietezza.

Antonella Pizzo


Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina