Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Scuola della Pace e della Solidarieta' "Saro Digrandi"

Comune di Ragusa - Ufficio Stampa

Ragusa 29/09/2004

Saro Di Grandi continua a vivere nella sua "Scuola della Solidarieta' e della Pace"

Ha riscosso successo, vista la notevole partecipazione di pubblico, la manifestazione in memoria di Saro Di Grandi promossa dall'Assessorato alla Pace del Comune, dall'Istituto Tecnico Industriale "Majorana", dalla Provincia Regionale e dall'AVIS.

L'iniziativa, sviluppatasi in due giornate, ha previsto martedi' 28 scorso, in mattinata, la cerimonia di intitolazione dell'aula magna dell'ITIS al prof. Saro Di Grandi, per tanti anni docente dello stesso istituto, e, nel pomeriggio, la presentazione della "Scuola della Pace e della Solidarietà", che porta il nome dell'illustre concittadino scomparso prematuramente nel luglio scorso; ha fatto quindi seguito un incontro - dibattito che ha visto la presenza di Don Luigi Ciotti, sul tema "Cittadini del mondo, integrazione, pace e legalità".

La seconda delle due giornate in programma si e' tenuta ieri pomeriggio presso l'auditorium dell'Avis.

Presso la bella ed accogliente struttura dell'associazione avisina di Ragusa, del cui benemerito sodalizio Saro di Grandi e' stato presidente, si e' tenuto un incontro - dibattito sul tema. "Globalizzare la pace: utopia o ultima chance?"

In entrambe le giornate qualificante la presenza del Senatore Raniero La Valle che portato il suo prezioso contributo ai temi della solidarietà e della pace al centro della manifestazione. Il Sindaco Tonino Solarino cogliendo l'occasione della presenza a Ragusa sia del Senatore Raniero la Valle che di Don Luigi Ciotti, ha invitato gli stessi, che hanno raccolto con grande entusiasmo l'appello del primo cittadino, a far parte di un gruppo di coordinamento dell'attivita' della Scuola della Solidarieta' e della Pace di Ragusa del quale faranno parte il prof. Giorgio Flaccavento, Il prof. Giovanni Firrito il prof, Luciano Nicastro e altri importanti personalita' impegnate sui temi della solidarieta' e della pace.

Il primo cittadino ha altresi' proposto alla Scuola della Pace e della Solidarieta' di portare avanti nei prossimi mesi quattro importanti iniziative: la intitolazione di Piazza Ospedale Civile oltre che ai caduti di Nassyria anche agli altri martiri che hanno immolato la loro vita per la pace, invitare alcuni noti artisti ragusani a dipingere, ispirandosi sui temi della pace le mura di recinzione del Polisportivo Selvaggio in piu' punti imbrattate ad opera dei vandali, di realizzare in un'unica area che sara' messa a disposizione dal Comune una Chiesa, una moschea ed una sinagoga, quali simboli che uniscono tutti i popoli della terra per pregare contro la violenza e per la pace ed infine promuovere una serie di iniziative per continuare a sostenere il fermo no alla riapertura del CPT a Ragusa.

IL RESPONSABILE DELL'UFFICIO STAMPA
Giuseppe Blundo


Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina