Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Assistenza economica

L'assistenza economica è diretta a persone ed a nuclei familiari che versano, per qualsiasi motivojn condizioni di disagio economico al fine di aiutarli a soddisfare i propri bisogni essenziali, assicurando loro un livello di autosufficienza e con le modalità previste dal vigente Regolamento.
L'assistenza economica è rivolta a soggetti diversi che il Legislatore Regionale, in particolare con la L.R. 22/86, individua anche nei profughi italiani rimpatriati, nelle famiglie bisognose dei detenuti e vittime del delitto, nelle famiglie bisognose in genere.
L'assistenza economica si articola in"continuativa", "temporanea" e "straordinaria".

L'assistenza Economica Continuativa e concessa a tempo indeterminato mediante l'erogazione di un contributo mensile,soggetto a revisione semestrale, ai cittadini residenti, da oltre un anno, nel Comune, in serie difficoltà economiche purché non sussista almeno uno dei seguenti motivi di esclusione:
- reddito superiore al minimo vitale
- presenza di persone tenute agli alimenti,
- rifiuto da parte dell'utente a soluzioni alternative all'assistenza economica individuate e prospettate dal Servizio Sociale Professionale;
- la proprietà di beni immobili tenuto conto della loro commerciabilità.

Per minimo vitale si intende la soglia minima di reddito ritenuto indispensabile per corrispondere a dette esigenze.
Il minimo vitale viene calcolato annualmente sulla base del pensione minima Inps dei lavoratori dipendenti.
Per ciascun componente il nucleo familiare viene calcolata una quota percentuale, come sotto riportato:

- Capo famiglia .........................................................75 % della quota base
- coniuge a carico .....................................................25%
- familiare a carico da 0 a 14 anni .............................35%
- altri familiare a carico .............................................15%

L'assistenza eonomica temporanea può essere concessa ai cittadini che abbiano la residenza del Comune da almeno un anno.
Tale forma di assistenza può essere concessa più volte nell'arco dell'anno ma comunque per un periodo complessivo non superiore a sei mesi mediante la concessione di un contributo mensile.

L'Assistenza Economica Straordinaria consiste nell'erogazione di un contributo "una tantum" finalizzata al superamento di una situazione imprevista ed eccezionale, incidente sulle condizioni di vita normali del nucleo familiare e tale da richiedere un intervento urgente, di entità rilevante e comunque non configurabile nella precedente casistica. Il contributo Economico "una tantum" di importo variabile secondo i casi non dovrà superare € 1.000.000 annuo, salve situazioni particolari il cui importo sarà determinato dalla Giunta Municipale.

Modalità di attuazione

II Servizio Sociale Professionale dovrà accertare il "fabbisogno assistenziale" dei richiedenti attraverso una serie di accertamenti diretti a verificare il tenore di vita e pertanto l'esistenza dello stato di indigenza o comunque difficoltà economiche momentanee.
Nel calcolare il fabbisogno assistenziale si terrà conto di tutti i redditi di ciascun componente il nucleo familiare, sopratutto i redditi da lavoro, da pensione o da altri interventi assistenziali già in corso.
Il fabbisogno sarà allora calcolato tenendo conto, da un lato, del reddito e delle prestazioni assistenziali e dall'altro del "minimo vitale".
La differenza potrà evidenziare un fabbisogno aggiuntivo di assistenza e sulla base di questa sarà calcolato l'ammontare del contributo da erogare.


Come fare

  • Istanza su carta semplice come da modello (allegato A)
  • Fotocopia di un documento di riconoscimento
  • Certificazione ISE rilasciata dal CAF
  • Documentazione attestante il reddito mensile (cedolina pensione, busta paga ecc.) o tesserino rosa nel caso il richiedente sia disoccupato.

Modulistica


Dove

Ufficio Servizi Sociali ed Assistenza
Ubicazione: Via M.Spadola,56
Tel.: 0932.676858 - 676859
Fax: 0932.676850
e-mail: assistenza.economica@comune.ragusa.gov.it


Quando

Dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 12.30
martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30


Note

- Nessuna nota


I documenti allegati possono essere letti con un lettore di documenti PDF gratuitamente scaricabile da internet.
Una lista di lettori PDF è consultabile cliccando sul logo in basso.


Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina