Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Notizie

Visualizza documenti del mese di:


documento politico del sindaco tonino solarino

Documento dello 02/02/2004

Ai segretari dei partiti
Ai consiglieri comunali
Agli elettori che ci hanno dato fiducia

Cari amici,
sono passati quasi sette mesi da quando abbiamo vissuto l’avventura che ci ha visti soffrire e gioire insieme nel desiderare un’alternativa credibile per la città!
E’ stata una battaglia elettorale faticosa, impossibile eppure vincente perché siamo stati capaci di offrire una proposta bella, pulita, leale, unitaria che ha saputo riconciliare tante persone con la politica. Come dimenticare le cinquemila persone che hanno festeggiato in piazza con noi! La nostra esperienza per questo motivo è spesso citata dai leader nazionali come modello per tutto il centro sinistra.
In questi sette mesi, nonostante le difficoltà finanziare, siamo riusciti a raggiungere risultati importanti: le reti informatiche wireless per il cablaggio di tutto il territorio comunale, il regolamento per le aree artigianali a prezzi più competitivi per le imprese (dopo 25 anni di attesa!), il finanziamento per l’acquisto del teatro Marino, il piano di spesa per i centri storici, il rilancio dell’attività culturale, il progetto per la dismissione degli affitti scolastici, la metanizzazione delle periferie, l’avvio delle procedure per i piani particolareggiati, ecc.
Adesso siamo alle prese con un bilancio difficile dove la nostra capacità di governo dovrà dare il meglio di sé. Questo sarà possibile se i rapporti tra di noi saranno leali; se sapremo essere gruppo e se la “missio” comune continuerà ad essere quella di fare del nostro meglio per la nostra città.
In questi mesi le critiche più scorrette, comprese quelle che niente hanno a che fare con la politica, sono pervenute dalla coalizione che mi sostiene. Spesso le critiche si sono manifestate con attacchi alla mia persona e alle persone che mi collaborano da vicino.
Se il tempo devo dedicarlo a proteggermi dagli agguati interni, piuttosto che dedicarlo alla città, amministrare diventerà impossibile.
Il centro destra (escluso qualche singolo consigliere) in consiglio comunale è stato duro, ma istituzionalmente responsabile.
Pertanto a questo punto una verifica si impone.
Non sono interessato ad una gestione del potere fine a sé stessa, né a fare l’equilibrista, né a dosare con il misurino quote di potere. Non è questo l’orizzonte che mi riscalda il cuore e non sono queste le categorie della buona politica, della solidarietà e della fraternità che abbiamo proposto agli elettori come prerogative del centro sinistra.
Dobbiamo fare una verifica seria, valutando gli obiettivi raggiunti complessivamente e quelli raggiunti dai singoli assessori.
Dobbiamo farla individuando pregi e difetti nel percorso politico e nei metodi che ci siamo dati.
Dobbiamo farla nel rispetto dei patti stipulati compreso quello con lo SDI. (non rinuncio, però, ed esigo rispetto per le prerogative del sindaco che deve potere scegliere gli assessori della sua squadra).
Dobbiamo farla concretizzando le finalità del nostro programma in obiettivi perseguibili nei prossimi sei mesi.
Chiedo pertanto che la verifica si effettui entro i prossimi dieci giorni perché abbiamo il dovere della chiarezza reciproca.

Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina