Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Notizie

Visualizza documenti del mese di:


il comune chiede al tribunale la nomina di un perito per verificare la regolarità dei lavori al castello.

Documento dello 05/03/2004

L'Amministrazione Comunale ha avanzato formale richiesta al Tribunale di Ragusa per la nomina di un perito tecnico che dovrà verificare la regolarità tecnica dei lavori eseguiti al Castello di Donnafugata.
La Giunta Municipale ha infatti deciso, su proposta dell'Assessore alla Cultura Senatore Gianni Battaglia, nella seduta di ieri sera, di chiedere al Tribunale di Ragusa la nomina di un perito tecnico, atto propedeutico per aprire il contenzioso con l'impresa che ha eseguito gli interventi di restauro al Castello di Donnafugata; L'Amministrazione ritiene infatti che i lavori alle strutture murarie ed alle coperture dell'immobile non siano stati realizzati a regola d'arte.
“E' ora di finirla - dichiara l'Assessore alla Cultura Senatore Battaglia - sul modo con cui capita siano realizzati lavori che riguardano opere pubbliche, soprattutto se gli interventi interessano beni monumentali di particolare pregio e valore come, nel caso in specie, il Castello di Donnafugata; invito pertanto, imprese, direttori dei lavori e collaudatori di tutti i lavori pubblici espletati dal Comune, a prestare la massima attenzione per evitare che in un prossimo futuro si possano aprire contenziosi, e ciò soprattutto in vista del prossimo avvio, proprio al Castello di Donnafugata, dei delicati lavori che riguardano la sistemazione del parco”.
Anche il Sindaco Tonino Solarino, che ha, in più occasioni, discusso della problematica con tecnici ed assessori, prendendo spunto dall'atto deliberativo assunto dalla Giunta Municipale dichiara: “Vigileremo sul modo con cui verranno completati tutti i lavori in corso di esecuzione e su quelli in fase di appalto; abbiamo chiesto ai nostri tecnici di prestare la massima attenzione sulla delicata materia, in quanto intendiamo fare in modo che siano eseguiti in maniera scrupolosa tutti gli interventi per i quali attiveremo maggiori e più severi controlli”.

Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina