Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Notizie

Visualizza documenti del mese di:


l'amministrazione si sente impegnata a risolvere i problemi del personale

Documento del 20/02/2004

In riferimento alle accuse rivolte, a mezzo stampa, dal deputato nazionale Giovanni Mauro all'Amministrazione Solarino per il mancato rispetto degli accordi sindacali in materia di personale, il primo cittadino intende ribattere come segue:
“Sono contento che dopo avere, il deputato Mauro, coamministrato per cinque anni la città di Ragusa e non avere prodotto nessun atto per i dipendenti, ora si erge a paladino del personale.
La mia amministrazione, appena insediata ed in tempi non sospetti, considerando che il Polo parla di questi temi solo in prossimità delle campagne elettorali, ha iniziato da subito una trattativa con i sindacati ed ha prodotto un accordo che l'Amministrazione Comunale rispetterà.
Per quanto riguarda il rapporto con il personale, il Comune di Ragusa è stato il primo Ente, e sicuramente uno dei pochi ancora, ad avere dato mandato per far fronte agli aumenti contrattuali pregressi spettanti al personale dipendente.
Per quanto riguarda la verticalizzazione, nonostante le sopraggiunte difficoltà di bilancio, posteriori alla sottoscrizione dell'accordo con le organizzazioni sindacali, l'Amministrazione Comunale creerà le condizioni di partenza per permettere a tutti di partecipare ai concorsi interni attraverso delle prove che verificheranno i titoli, i curriculum personali, le competenze specifiche e trasversali per il ruolo a cui si concorre, fermo restando la necessità di permettere l'inserimento nell'ente di nuove professionalità.
Per la stabilizzazione dei 36 precari ho già detto con onestà politica che i meriti vanno per la metà ciascuno attribuiti all'Amministrazione in carica e alla amministrazione uscente e che anche su questo aspetto ci sentiamo impegnati a programmare negli anni la stabilizzazione di altri precari.
Mi preme precisare infine, che è in corso, tra l'altro, la riorganizzazione dei settori che prevede una riduzione dei dirigenti da 16 a 15, una riorganizzazione dei settori tecnici ed anche di altri”.

Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina