Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Notizie

Visualizza documenti del mese di:


Estensione a Modica e Scicli dei benefici della Legge n.61/81: dichiarazione del Vice Sindaco Cosentini

Documento dello 05/08/2008

COMUNICATO N.480


ESTENSIONE DEI BENEFICI DELLA LEGGE N.61/81 A MODICA E SCICLI

Intervento del Vice Sindaco Giovanni Consentini

Qui di seguito viene riportato fedelmente l'Intervento del Vice Sindaco, Giovanni Casentini, sulle notizie di stampa circa la iniziativa legislativa proposta dall’On. Riccardo Minardo dello M.P.A. relativa alla estensione dei benefici della legge speciale per Ibla (legge regionale 61/81) ai comuni di Modica e Scicli.

“Penso di interpretare il pensiero del Sindaco Dipasquale e dell’intera Amministrazione Comunale - dice Cosentini - nel ritenere, con convinzione, che la possibilità che le città di Modica e di Scicli, ricche di edifici barocchi e sedi di monumenti tutelati dall’Unesco, così come molte altre città della Val di Noto, possano fruire di contributi mirati alla salvaguardia ed alla valorizzazione del patrimonio architettonico esistente, sia motivo di crescita culturale e di rilancio dell’intera comunità iblea. Tuttavia, come si ha avuto modo di far rilevare in occasione di riunioni e convegni, l’ipotesi semplicisticamente avanzata circa l’estensione dei benefici della legge su Ibla a Scicli e Modica, oltre che essere tecnicamente irrealizzabile, avrebbe effetti negativi sull’intero comparto ibleo.
Tale estensione sarebbe infatti tecnicamente irrealizzabile perché la legge 61/81 è nata specificatamente per la realtà di Ragusa Ibla. La legge ha previsto infatti una Commissione di cui fanno parte tecnici e politici rappresentanti delle Istituzioni del Comune di Ragusa. Spetterebbe a loro gestire il recupero anche per Modica e per Scicli ? Detta Commissione ha facoltà di esprimere parere anche in assenza di specifiche previsioni urbanistiche ed anche in deroga al PRG, previa approvazione da parte del Consiglio Comunale di Ragusa. Il Consiglio Comunale di Ragusa approverebbe anche le deroghe per Modica e Scicli? Oppure occorrerebbe istituire tre Commissioni? Tre uffici operativi ? Occorrerebbe predisporre tre nuovi stabili ove allogare le nuove strutture?

Non a caso quando fu emanata la legge 61/81 non si pensò minimamente alla possibilità di estendere ad Ibla la già vigente legge per Ortigia .
L’effetto negativo dell’estensione semplicistica della legge 61 alle tre realtà della provincia iblea consiste nella constatazione di un mero calcolo matematico.
Infatti se le somme attualmente stanziate per Ibla nell’ambito della suddetta legge regionale sono insufficienti agli effettivi fabbisogni, immaginiamo quale effetto si avrebbe riducendo ad un terzo dette somme e triplicando i costi gestionali.
L’unico effetto sarebbe quello di vanificare gli sforzi che negli ultimi 20 anni sono stati fatti per il rilancio di Ibla, volano del turismo ibleo, e di contro non avere nessun beneficio per le nuove aree aggregate.
Sarebbe invece opportuno ed auspicabile che la deputazione regionale si facesse promotrice di una legge specifica dotata di apposito capitolo di finanziamento, adattata alla complessiva realtà in cui andrebbe ad operare, che preveda la tutela, il recupero e la valorizzazione dei Monumenti Unesco presenti nella provincia iblea che, se opportunamente valorizzati, possono rappresentare concreta fonte di sviluppo turistico e quindi economico del nostro intero territorio provinciale.
Lasci quindi l’On. Minardo che la legge 61/81, una tra le più innovative ed efficaci della Regione Sicilia, continui ad espletare i suoi effetti benefici, come ha fatto finora, complessivamente a vantaggio dell’intero territorio provinciale (chi viene ad Ibla visita pure Modica e Scicli) e si dedichino le forze alla emanazione di nuove leggi che, invece di penalizzare il vicino, promuovano lo sviluppo organico ed armonico dell’intera provincia”.


Ragusa 05/08/2008


Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina