Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Notizie

Visualizza documenti del mese di:


Distretto del Sud- Est: il Sindaco di Ragusa partecipa ad una riunione dell'Associazione Culturale del sud- Est

Documento del 19/08/2008

COMUNICATO N.550


DISTRETTO DEL SUD-EST


Il Comune di Ragusa ha partecipato ad un incontro dell'Associazione
Culturale del Sud-Est al quale è stato presente l'Assessore regionale
al turismo Bufardeci


Lunedì 15 settembre, a Siracusa si è tenuta una riunione, indetta dalla Soprintendenza della città aretusea, alla quale sono stati invitati i rappresentanti dei comuni e delle province iscritte all’Associazione Culturale del Sud-Est nonché i Comuni di Ragusa e Catania che non hanno ancora dato la propria adesione all'Associazione stessa.
Come si ricorderà infatti, il Comune di Ragusa e quello di Catania hanno deciso, al momento della costituzione dell'Associazione, avvenuta nel gennaio del 2007, di non aderire, in quanto non ne avevano condiviso alcune norme statutarie che avrebbero potuto penalizzare le due città.
Per porre fine a questa limitazione, alla riunione di ieri sono stati invitati quindi i sindaci di Catania e Ragusa al fine di reiterare loro l'invito ad aderire all’associazione, in vista, tra l’altro, delle nuove disposizioni di legge in materia di turismo e di promozione. All’importante incontro ha preso parte l’assessore regionale Titti Bufardeci che ha, tra l'altro, dichiarato che la partecipazione di Ragusa e Catania potrà aprire un nuovo corso che dovrà vedere l’associazione Sud-Est impegnarsi in nuove prospettive.
Per il Comune di Ragusa era presente incontro, Mario Papa, Consulente al Turismo, il quale ha ritenuto opportuno a fine incontro informare il Sindaco sull'esito della riunione.
“Dopo una veloce presentazione di un progetto che vedeva coinvolta la Soprintendenza di Siracusa e per il quale si richiedeva una compartecipazione della Regione – relaziona Mario Papa al Sindaco - si è discusso del futuro dell’associazione stessa che, anche a detta del suo presidente pro tempore, il Sindaco di Caltagirone, Pignataro, in questi due anni di attività, si è limitata ad ottenere piccoli finanziamenti finalizzati a qualche spettacolo estivo. Il sindaco Pignataro ha, quindi, invitato ufficialmente la Città di Ragusa ad aderire alla Associazione ed ha ringraziato anticipatamente il Sindaco Dipasquale, per la collaborazione che potrà dare in futuro vista la fattività e l’impegno dimostrato nella gestione dei patrimoni culturali iblei. E’ stato altresì comunicato che per l’adesione è adesso sufficiente una delibera di Giunta e non di Consiglio Comunale e che la quota annuale si aggira intorno ai mille euro per tutti i comuni iscritti”.
“A questo punto - scrive il consulente per il turismo al Sindaco Dipasquale - vista la situazione ed il preciso invito rivoltole dal presidente dell’associazione Sud Est, Le suggerisco di far predisporre dagli uffici competenti una delibera di adesione al Distretto Culturale del Sud-Est che ci permetterebbe, di partecipare alla redazione di progetti europei finalizzati alla promozione turistica. Il risvolto più importante della riunione infatti è stato proprio questo cambiamento di indirizzo.
Se nel passato l’associazione aveva soprattutto una finalità culturale, la nuova impostazione che sembra si voglia dare è, invece, più vicina al concetto dei distretti turistici, entità sancite dalla legge regionale del 2005, che risultano al momento le uniche realtà con le quali si può accedere a finanziamenti europei e alla compartecipazione della regione.
Nel corso dell'incontro, inoltre, l’Assessore Bufardeci ha invitato i responsabili del Distretto del Sud-Est a varare un nuovo piano di gestione più adeguato alle nuove esigenze del territorio, che coinvolga tutti comuni e ha chiesto proprio alle città più importanti di diventare le stazioni propositive del progetto generale del Distretto.
La prossima riunione si svolgerà a Catania il 13 ottobre prossimo e, come concordato con Lei, ho già avanzato la proposta che, una volta aderito al Distretto, la riunione successiva possa svolgersi a Ragusa. Tra l’altro, nel passato, avevamo già offerto all’Associazione una sede di rappresentanza in grado di diventare anche un biglietto da visita internazionale; si era per questo pensato a Palazzo Sortino Trono, patrimonio dell’Unesco, simbolo del barocco ibleo, che potrebbe essere scelto come sede ufficiale del Distretto ( almeno per quanto riguarda la rappresentanza visto che lo statuto prevede che la sede tecnica sia sempre presso la soprintendenza di Siracusa) per ospitare incontri culturali a livello regionale e nazionale”.


Ragusa 16/09/08




Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina