Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Tasse e tributi

Imposta di Pubblicità

Cos'è

L'imposta comunale sulla pubblicità è la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o da tali luoghi percepibili (art. 5, c. 1, D.Lgs. n. 507/1993); ai fini dell'imposizione, si considerano rilevanti i messaggi diffusi nell'esercizio di un'attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l'immagine del soggetto pubblicizzato (art. 5, c. 2, D.Lgs. n. 507/1993).

Chi la deve pagare

  • Soggetto passivo dell’imposta sulla pubblicità, tenuto al pagamento in via principale, è colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso;
  • E’ solidalmente obbligato al pagamento colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.

Cosa fare

  • L’interessato prima di iniziare la pubblicità deve presentare al Comune apposita dichiarazione, su modulo messo a disposizione sia presso l’Ufficio ICP o scaricabile dal sito www.comune.ragusa.gov.it, cumulativa dei mezzi e automezzi pubblicitari o personalizzati utilizzati nel territorio comunale, con le caratteristiche, durata della pubblicità e ubicazione dei mezzi utilizzati.
  • La dichiarazione deve essere presentata anche nei casi di variazione, con la corresponsione dell’eventuale conguaglio.
  • La dichiarazione della pubblicità annuale ha effetto anche per gli anni successivi, purchè non si verifichino modificazioni che comportino un diverso ammontare dell’imposta dovuta.
AVVERTENZA: Nel caso in cui non venga prodotta denuncia di cessazione attività, fine esposizione, variazione dati caratteristici, nuova ubicazione, l’obbligo tributario si rinnova anche per l’anno in corso.

Come si paga

  • L’imposta deve essere corrisposta dal 1 al 31 dicembre dell’anno solare di riferimento e comunque sempre prima dell’effettuazione della pubblicità;
  • Il pagamento deve essere effettuato a mezzo versamento su c/c postale 10408979 intestato a "Comune di Ragusa Imposta Pubbl. e Aff.ni Serv. Tes. 97100 Ragusa";
  • Le attestazioni devono essere conservate ed esibite a richiesta del personale autorizzato;
  • Qualora la pubblicità sia effettuata su impianti installati su beni appartenenti al o dati in godimento dal comune, l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità non esclude quella della TOSAP, nonché il pagamento di canoni di locazione o di concessione (art. 9, c. 7, D.Lgs. n. 507/1993).

Chi è esente dal pagamento

  • La pubblicità realizzata all'interno dei locali adibiti alla vendita di beni o alla prestazione di servizi quando si riferisca all'attività negli stessi esercitata, nonché i mezzi pubblicitari, a eccezione delle insegne, esposti nelle vetrine e sulle porte di ingresso dei locali medesimi purché siano attinenti all'attività in essi esercitata e non superino, nel loro insieme, la superficie complessiva di mezzo metro quadrato per ciascuna vetrina o ingresso;
  • Gli avvisi al pubblico esposti nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali, o in mancanza nelle immediate adiacenze del punto di vendita, relativi all'attività svolta, nonché quelli riguardanti la localizzazione e l'utilizzazione dei servizi di pubblica utilità, che non superino la superficie di mezzo metro quadrato e quelli riguardanti la locazione o la compravendita degli immobili sui quali sono affissi, di superficie non superiore ad un quarto di metro quadrato;
  • La pubblicità comunque effettuata all'interno, sulle facciate esterne o sulle recinzioni dei locali di pubblico spettacolo qualora si riferisca alle rappresentazioni in programmazione;
  • La pubblicità, escluse le insegne, relativa ai giornali ed alle pubblicazioni periodiche, se esposta sulle sole facciate esterne delle edicole o nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei negozi ove si effettua la vendita;
  • La pubblicità radiofonica o televisiva (ris. 20.5.1976, n. 3/3527);
  • La pubblicità esposta all'interno delle stazioni dei servizi di trasporto pubblico di ogni genere inerente l'attività esercitata dall'impresa di trasporto, nonché le tabelle esposte all'esterno delle stazioni stesse o lungo l'itinerario di viaggio, per la parte in cui contengano informazioni relative alle modalità di effettuazione del servizio;
  • La pubblicità esposta all'interno delle vetture ferroviarie, degli aerei e delle navi, a eccezione di alcune categorie di battelli; la pubblicità comunque effettuata in via esclusiva dallo Stato e dagli enti pubblici territoriali; le insegne, le targhe e simili apposte per l'individuazione delle sedi di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non persegua scopo di lucro; le insegne, le targhe e simili la cui esposizione sia obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento sempre che le dimensioni del mezzo usato, qualora non espressamente stabilite, non superino il mezzo metro quadrato di superficie;
  • Le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l'attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati;
  • Le insegne delle imprese portuali nei porti (Cass. 29.7.2005, n. 15994);
  • Le pubblicità in qualunque modo realizzate nell'ambito di manifestazioni sportive dilettantistiche in impianti con capienza inferiore a tremila posti (art. 1, c. 128, L. n. 266/2005, Legge Finanziaria 2006).

Come si può rateizzare il pagamento

  • Per la pubblicità annuale l’imposta deve essere corrisposta in unica soluzione con scadenza il 30 aprile;
  • L’imposta può essere corrisposta in rate trimestrali anticipate qualora sia d’importo superiore a € 1549,38.
(1°e 2° rata 30 aprile, 3° rata 30 giugno e 4° rata 30 settembre).

Modulistica


Dove

Tributi a riscossione diretta e per pubblicità
Ubicazione: Via M.Spadola, 56
Tel.: 0932.676801
Fax: 0932.676841
e-mail: imposta.pubblicita@comune.ragusa.gov.it


Orario

Servizio I.C.P.:

Lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ed il martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00.
Il martedì ed il giovedì, dalle 9,00 alle 12,00, saranno dedicati esclusivamente al ricevimento di utenza specifica, come centri di assistenza fiscale (Caf), commercialisti e amministratori condominiali, previo appuntamento da concordare scrivendo al seguente indirizzo email: tributi@comune.ragusa.gov.it .


Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina