Inizio Pagina

Stampa questa pagina

Notizie

Visualizza documenti del mese di:


Ordinanza sindacale riguardante misure prevenzione a seguito emergenza sanitaria da Covid per grandi e medie strutture di vendita

Documento del 14/11/2020

UFFICIO STAMPA

Comunicato n.663

Ordinanza sindacale riguardante misure prevenzione a seguito emergenza sanitaria da Covid per grandi e medie strutture di vendita

Il sindaco Peppe Cassì ha emanato l’ordinanza n.1951, pubblicata in data odierna all’albo pretorio online del Comune, con la quale si ordina che, a decorrere da domenica 15 novembre c.a. e fino al 03 dicembre 2020, l’ingresso nelle grandi e medie strutture di vendita è consentito soltanto a chi indossa mascherina protettiva che copra naso e bocca. Previsto inoltre l'obbligo di igienizzare le mani e di mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro nonchè il divieto di sostare all’interno dei locali più del tempo strettamente necessario ad effettuare gli acquisti.
Inoltre negli esercizi a prevalenza alimentare, nei quali la spesa venga effettuata con carrelli e cestelli, l’ingresso è consentito a una sola persona per nucleo familiare, salvo bambini e persone non autosufficienti. All’ingresso dell’esercizio commerciale deve essere esposto un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente al suo interno. Nei casi in cui la spesa venga effettuata con carrelli e cestelli, presso la zona di prelievo devono essere posizionati dispenser con gel igienizzante e carta assorbente a disposizione del cliente per la igienizzazione delle impugnature. Dovrà anche essere previsto all’esterno un percorso obbligato di accesso alla struttura al cui ingresso dovrà essere presente apposito personale a cui compete il rispetto delle predette misure. Con lo stesso provvedimento si specifica che gli organi di vigilanza sono onerati di effettuare i controlli e di far rispettare quanto prescritto. In caso di mancato rispetto delle misure di contenimento è prevista l'applicazione di una sanzione amministrativa ( da 400 a 3000 euro). Nei casi di mancato rispetto delle misure previste da parte dei pubblici esercizi o attività produttive e commerciali si applica la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.
Ragusa 14/11/2020

Aggiungi questo link su:

  • Segnala via e-mail
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su OKNOtizie
  • Condividi su del.icio.us
  • Condividi su digg.com
  • Condividi su Yahoo
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su Badzu
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Windows Live
  • Condividi su MySpace
Torna a inizio pagina